• 30
  • mar
27-1
Author

Hai bisogno di una visita Endocrinologica? Scoprilo!

La tua Tiroide è in salute?

Scoprilo rispondendo a queste domande

Dott.ssa Paola Sarnelli

Specialista In Endocrinologia E Malattie Del Metabolismo

visita endocrinologica scopri se ti serve casa di cura santanna cassino

La tiroide è davvero importante, molti non sanno se hanno problemi o malattie che riguardano questa ghiandola, che influisce su diversi aspetti della salute, perciò valuta con il questionario riportato di seguito se ne hai bisogno e non sottovalutare le risposte che dai, si possono rivelare essenziali!

 

Questionario di autovalutazione rischio malattie tiroidee:

se rispondi “Si” ad almeno 2 domande è consigliabile eseguire un controllo endocrinologico

  1. Ci sono casi di patologie alla tiroide nella tua famiglia?
  2. Sei incinta?
  3. Hai partorito da meno di un anno o hai avuto un aborto?
  4. Ti senti spesso molto stanco/a e debole senza apparente motivo?
  5. Avverti irregolarità dei battiti del cuore?
  6. Ti senti spesso nervoso/a o irritabile?
  7. Ti sembra di essere più sensibile degli altri al caldo o al freddo?
  8. Hai gli occhi sporgenti?
  9. Ti sembra di essere aumentato/a o diminuito/a di peso senza apparenti cause?
  10. Hai avuto un tumore al seno e/o tumore all’ovaio
  11. Hai malattie autoimmuni?
  12. Sei diabetico?
  13. Usi farmaci con effetti sul sistema nervoso centrale?
  14. Hai controllato la tiroide negli ultimi 3 anni?

Se hai risposto sì almeno a due domande è opportuno che tu faccia un controllo endocrinologico perché:

ci sono fattori che incidono negativamente sul funzionamento della tua Tiroide

ETA’: Le patologie tiroidee sono più frequenti in età avanzata ma il picco di incidenza per patologia nodulare e carcinoma della tiroide è tra i 40-50 e dopo i 70.

SESSO: la patologia tiroidea è 8 volte più frequente nella donna piuttosto che nell’uomo ma la diagnosi di un nodulo tiroideo in un uomo è più probabilmente di natura maligna.

REGIONE: la carenza di iodio e l’esposizione a sostanze radioattive naturali tipiche di alcune aree geografiche in Italia tra cui il Lazio espone ad un maggior rischio di malattia tiroidea.

  1. La familiarità per malattie tiroidee predice un rischio aumentato per le generazioni successive.
  2. La gravidanza è un momento particolare in cui alcune patologie tiroidee da insufficienza iodica o autoimmuni possono slatentizzarsi o manifestarsi con un ipotiroidismo fatale per il neonato e che può essere causa di poliabortività o infertilità nella donna.
  3. Nel primo anno dal parto è possibile avere una forma di infiammazione della tiroide definita tiroidite post-partum spesso responsabile di depressione e forte stanchezza. Anche l’aborto recente oltre ad essere un possibile sintomo di malattia tiroidea può essere uno stimolo allo sviluppo di patologia tiroidea su base autoimmunitaria.

4-9.Stanchezza, nervosismo, irritabilità, palpitazioni, tachicardia, variazioni di peso, freddo o caldo eccessivi occhi sporgenti, perdita di capelli o unghie fragili sono tutti segni di patologie tiroidee sia di iperfunzione che di ipofunzione.

10. Il tumore del seno e dell’ovaio sono stati associati ad alterazioni tiroidee e maggior rischio di tumore della tiroide.

11.Tra le malattie autoimmuni la più comune è la tiroidite autoimmune che si associa nella grande maggior parte dei casi a: celiachia, psoriasi, diabete di tipo 1, Vitiligine, Alopecia.

12-13. Le terapie orali utilizzate nel diabete di tipo 2 e l’utilizzo di alcuni farmaci attivi sul sistema nervoso centrale possono alterare la funzione tiroidea

15. In assenza di sintomi e in caso di familiarità per patologia tiroidea è bene effettuare controlli periodici ogni 3 anni o prima se intervengono altri fattori di rischio conosciti.

Avatar
admin

Comments are closed.